Comune di Cittareale
Nitriti d'Autunno

Pro Loco

Cinghialai di Cittareale

 






 


Untitled

Cerca una notizia:

 

Comune di Cittareale: 4 i tirocini formativi per i beneficiari del Progetto Sprar


Comune di Cittareale: 4 i tirocini formativi per i beneficiari del Progetto Sprar
 

Da oggi svolgeranno servizio di pubblica utilità in favore della collettività cittarealese


di  GdR

 

Sono 4 i beneficiari ospiti del progetto SPRAR facente capo al Comune di Cittareale che da oggi svolgeranno servizio di pubblica utilità in favore della collettività cittarealese: servizio di salvaguardia e manutenzione del verde pubblico, lavori di manutenzione di beni di proprietà comunale e lavori di pulizia del centro urbano e zone periferiche dell’abitato sono le principali attività che saranno chiamati a svolgere.

Un'iniziativa che si inserisce, nel panorama nazionale, in un momento storico certamente particolare ma che anche per questo vuole rappresentare un'occasione di valorizzazione delle implicazioni positive dei fenomeni migratori quando sono accompagnati da una vera progettualità che da sempre distingue, a livello nazionale, i progetti Sprar.

Il Progetto SPRAR denominato Falacrina, finanziato dal Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’Asilo e attivo presso il Comune di Cittareale dal 2008, oltre ad attività di orientamento e accompagnamento ai servizi del territorio per la graduale acquisizione della capacità di muoversi in autonomia sul territorio e di partecipare alla vita locale, è, infatti, tenuto ad avviare interventi finalizzati ad agevolare l’acquisizione diretta di strumenti di inserimento socio-economico da parte degli ospiti del progetto.

«In tale contesto - dichiara Isabella D’Attilia, coordinatore della Soc. Coop. Soc. Il Gabbiano, affidataria delle attività progettuali esecutive del progetto - il tirocinio formativo così concepito, può essere sicuramente considerato lo strumento per eccellenza non solo perché permette di realizzare un contatto diretto tra il soggetto ospitante e il tirocinante per favorirne l'acquisizione di competenze professionali, ma soprattutto perché riconosce al singolo un ruolo attivo, ne valorizza la dignità, infonde in lui autostima e fiducia, e gli consente, infine, una reale e concreta partecipazione alla vita della comunità che lo ha accolto nel proprio territorio».

«Vivere il progetto SPRAR in questo modo è un segnale forte che questa amministrazione comunale ha voluto dare alla comunità locale e quella reatina. Un segnale che, in momento così delicato, deve valicare i confini provinciali. Cittareale volta pagina anche in questo», ha detto il Sindaco Francesco Nelli.

«Servirà anche ad affievolire quei piccoli contrasti che nel tempo si erano verificati tra i residenti - ha aggiunto il capogruppo di maggioranza in Comune Valentina Dafano - Una iniziativa che favorirà il territorio ma ancor di più legherà rifugiati e cittarealesi».


da 'Il Giornale di Rieti'...




 

giovedì 21 luglio 2016

 
Invia quest'articolo ad un amico
 

Condividi l'articolo su

Rss

 

 

   

Chi siamo  | Scrivi | Privacy Policy

Copyright © 1999/2021 Civitatis Regalis Reatinae. All rights reserved
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori