Comune di Cittareale
Nitriti d'Autunno

Pro Loco

Cinghialai di Cittareale

 






 


Untitled

Cerca una notizia:

 

Cittareale alla ribalta: tornano i cavalli agricoli italiani da tiro pesante rapido


Cittareale alla ribalta: tornano i cavalli agricoli italiani da tiro pesante rapido
 

Nona edizione per Nitriti d'autunno, la manifestazione che dal 28 al 30 settembre richiamerà tecnici, appassionati e amanti della natura


di  A. M.

 

Ancora un segno positivo da Cittareale in tema di rinascita per le terre terremotate. Il conto alla rovescia è iniziato, ancora poche ore e il prossimo weekend sarà dedicato alla nona edizione di Nitriti d'Autunno, la festa del cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido. La manifestazione, organizzata come sempre dalla locale Associazione Redini Lunghe, tornerà a far parlare di queste terre reatine in ogni angolo d’Italia, tra i tanti appassionati che hanno sempre apprezzato e sostenuto un'iniziativa tra le poche ancora vive nel settore.

L'evento, che per le dinamiche organizzative è un vero e proprio fiore all'occhiello per tutto il territorio, riesce ad attrarre sempre più appassionati e curiosi, soprattutto gli amanti di una natura incredibilmente incontaminata che ha resistito ostinatamente al terremoto e agli incendi estivi dello scorso agosto. Una location suggestiva, con lo sfondo il monti dell'Appennino, è quella che ospita la manifestazione a cui parteciperanno oltre trecento cavalli, quasi in esclusiva TPR, il cavallo agricolo italiano da tiro pesante rapido. Sono tanti gli elementi coniugati che attraggono appassionati, tecnici, famiglie, piccoli e meno giovani: cavalli, carrozze, animali da cortile, ovini, bovini e un mercato con tante eccellenze locali.

È indiscutibilmente una delle maggiori attrazioni che può vantare la nostra provincia. Lo spettacolo, quest'anno diretto e condotto da Mario Rocco, uno dei tecnici più quotati dell'Anacaitpr, l'associazione nazionale del cavallo agricolo italiano, vedrà alternarsi tanti artisti che lasceranno senza fiato chiunque. Tra loro Matteo Scoccia, Stefano Angelelli, Marcello Graziani, i «Butteri della Montagna», quelli della «Valle di Lady» di Roberto Paradisi, l'Associazione Italiana Muli Montati, per finire col l'intramontabile Manlio Fani, il buttero dei butteri, con il suo inimitabile «Branco nero» ed uno spettacolo con ben 14 stalloni maremmani che coinvolgerà e lascerà a bocca aperta tutti.

Si comincerà alle prime ore del mattino di venerdì e sabato, con le rassegne morfologiche dedicate agli allevatori locali, veri e propri laboratori a cielo aperto a cura degli esperti dell'ANACAITPR che 'racconteranno', ad appassionati e neofiti, il nostro cavallo agricolo, quello italiano, quello di tutti. E per grandi e piccini il «Mercato del contadino», attrezzature agricole e tecniche, prodotti tipici e artigianali, sellerie, lavorazioni del cuoio e forgiatura del ferro.

Nel programma anche la seconda edizione del 'Memorial Fulvio Rossignoli', il premio che verrà assegnato alla miglior fattrice CaiTpr. Esperto del Libro genealogico dell'Anacaitpr, Rossignoli è entrato nei cuori di tutti gli allevatori del Tpr per la sua affabilità e straordinaria capacità tecnica. Ed è in ricordo di un famoso allevatore locale, Franco Rinaldi, che il pomeriggio di venerdì 28 sarà dedicato alla gara di attacchi, coordinata dall'esperto Sandro Gentili. Ben dieci le carrozze provenienti da tutta Italia che parteciperanno all'evento. Consegnerà i premi la figlia, Laura Rinaldi.

Una manifestazione, dunque, come sempre dedicata agli allevatori che, soprattutto in questi anni, hanno vissuto, e vivono, momenti difficili. Solo un piccolo granello di sabbia ma rimane comunque la loro festa. Si preannuncia, dunque, un grande evento, accompagnato dal sole, segnato solo da un piccolo neo che ha obbligato gli organizzatori a posticiparlo alla fine di settembre quando, invece, l'appuntamento era solito per la prima settimana di questo mese, con molti ancora in ferie, le scuole chiuse e le temperature gradevoli.

A causare il rinvio - per gli organizzatori - la festa del Peperoncino a Rieti e la sagra degli Spaghetti ad Amatrice, posticipate senza accordi. Ma queste sono le dinamiche di questa provincia che si può permettere (almeno così crede) tre manifestazioni di rilievo nello stesso fine settimana. Una follia.



Per saperne di più: http://www.nitritidautunno.it

 

martedì 25 settembre 2018

 
Invia quest'articolo ad un amico
 

Condividi l'articolo su

Rss

 

 

   

Chi siamo  | Scrivi | Privacy Policy

Copyright © 1999/2021 Civitatis Regalis Reatinae. All rights reserved
Non è consentito il riutilizzo in altre opere multimediali del materiale pubblicato salvo esplicita autorizzazione degli autori